Trevignano storia

Trevignano Romano Centro del Lazio settentrionale, in provincia di Roma. Sorge a nord del capoluogo, sulla sponda settentrionale del lago di Bracciano, alle pendici dei monti Sabatini. Situato in una zona di insediamenti etrusco-romani, forse sul luogo della storica Sabatia, il borgo, di fondazione medievale, si distende ai piedi dell'altura dove sorgeva la Rocca degli Orsini, signori di queste terre, distrutta da Giovanni Borgia nel 1496. L'abitato conserva la chiesa dell'Assunta (XVI secolo) e la chiesa di Santa Caterina, ricavata in un edificio romano. Un museo accoglie i reperti etruschi e romani rinvenuti nel territorio, tra cui il notevole corredo funebre dei Flabelli (VII secolo a.C.) proveniente dalla vicina necropoli di Olivetello. L'economia locale si basa sull'agricoltura, l'industria del legno e il turismo.
Abitanti (trevignanesi): 3.443 (1996).

Torna a Trevignano

Sei in Home Page > Trevignano > storia