Bagni di Tivoli - Terme di Roma

I Bagni di Tivoli sono da sempre le Terme della città di Roma: già all’età dei Romani i medici esaltavano i benefici delle acque albulae. Si ritiene con tutta probabilità che sia stato l’imperatore Augusto a volere l’edificazione del primo edificio termale, progettato da Marco Agrippa; personaggi illustri quali Catullo, Sallustio e Orazio vi si recavano abitualmente. Dopo un periodo di declino nel Medioevo, le terme ritrovarono il loro antico splendore a partire dal XVIII secolo.

Le acque di Tivoli scaturiscono dal lago Colonnelle e dal lago Regina; la loro classificazione è quella di acque di tipo sulfureo-carboniche e la loro temperatura è di 23 gradi per tutto il corso dell’anno. Queste acque conservano ancora oggi l’appellativo di albulae, ovvero “acque che tendono al colore biancastro”: questa loro caratteristica tonalità è dovuta all’emulsione gassosa che si crea a seguito dello scioglimento dell’idrogeno solforato e dell’anidride carboniche presenti nelle acque stesse a contatto con l’aria. Queste acque sono utili per guarire i problemi vascolari, quelli dell’apparato locomotore e respiratorio e di quello digerente; le cure vanno dai massaggi ai fanghi, agli idromassaggi,ai bagni terapeutici e agli aerosol.

La fama di Tivoli però non è legata solamente alle sue acque termali; la cittadina è nota in tutto il mondo per le antiche ville nobiliari, tra cui la Villa Adriana, voluta dall’omonimo imperatore e abbellita da giardini, grotte e laghetti di origine artificiale. Nonostante le numerose spoliazioni che si sono susseguite fino al XIX secolo, i suoi resti sono ancora notevoli.

Torna a Terme nel Lazio

Sei in Home Page > Terme nel Lazio > Bagni di Tivoli - Terme di Roma