Sutri storia

Sutri (anticamente Sutrium) sorge su un rilievo di tufo che domina la via Cassia e dista circa 50 km da Roma. La sua storia è documentata dai numerosi ritrovamenti archeologici appartenenti ad epoche differenti. Di origine antichissima (probabilmente risalente all'età del bronzo), una legenda ne attribuisce la fondazione ad un popolo di navigatori orientali, tuttavia conobbe un forte sviluppo sotto gli etruschi, mentre nel 394 a.C. , dopo la caduta di Veio, fu conquistata dai romani per mano di Mario Furio Camillo.

Successivamente vide passare numerose orde barbariche in viaggio sulla cassia alla volta di Roma. Nel periodo tra il V° e l' VIII° sec. Sutri fu coinvolta nelle lotte tra Bizantini e Longobardi, fin quando nel 728, il re longobardo Liutprando la donò al Papa Gregorio II. Divenne quindi un'importante sede vescovile e tra il 1243 ed 1244 addirittura sede papale (ospito Papa Innocenzo IV). Nel periodo feudale si trovò al centro degli scontri tra guelfi e ghibellini e venne semidistrutta dall'incendio appicato nel 1433 dal capitano di ventura Nicolò Fortebraccio. Da allora Sutri conobbe un rapido declino e si ridusse a cittadina rurale di secondo piano.

Torna a Sutri

Sei in Home Page > Sutri > storia