Cerveteri itinerari

La Necropoli della Banditaccia

La necropoli della Banditaccia è una delle più monumentali del mediterraneo ha un'estensione di circa 10 ettari e si snoda ai lati di una via sepolcrale detta Via degli Inferi. È composta da circa 400 sepolture risalenti ad un periodo compreso tra il VIII ed il II secolo a.C. Proprio questo ampio arco di tempo ci consente comprendere i mutamenti della l'evolversi della società e della cultura etrusca di Cerveteri. La visita alla necropoli si sviluppa in una passeggiata nel parco costituito da vegetazione spontanea, antiche strade e viuzze lungo le quali si articolano le tombe. L'impressione è quella di trovarsi in un vero e proprio centro urbano diviso in isolati dove le sepolture si sostituiscono alle abitazioni, va ricordato inoltre che le strutture delle sepolture riprendono effettivamente la tipolgia delle case etrusche.

Tomba dei Rilievi

Fra le più importanti segnaliamo la Tomba dei Rilievi, un grande ipogeo gentilizio rislaente alla fine del IV secolo a.C. Si caratterizza per la particolare decorazione della camera funeraria con rilievi in stucco dipinto che riproducono oggetti d'uso quotidiano, figure di dèmoni e animali.

I Grandi Tumuli

I tumuli esterni al recinto della Banditaccia sono splendidi esempi di edilizia funeraria, si caratterizzano per la monumentalità delle strutture e per l'abbondanza di elementi decorativi. Molto caratteristica è la Tomba degli Scudi e delle Sedie, adornata sulle pareti da scudi da parata simbolo di una famiglia aristocratica della metà del VI secolo a.C. Inoltre all'interno si trovano due sedie a spalliera (sulle quali erano poste due statue in terracotta) e sei letti con guanciali intagliati nel tufo utilizzati per le deposizioni degli uomini mentre le donne venivano deposte in casse a sarcofago.

Le Tombe del Comune

Le tombe del comune si trovano sull'area ovest del recinto e sono cinque ipogei gentilizi di età ellenistica (tra il IV e il III secolo a.C.) simili per struttura e disposizione interna alla tomba dei Rilievi. Molto particolare è la Tomba dei Tarquinii (detta anche Tomba delle Iscrizioni), articolata su due livelli ha restituito circa cinquanta iscrizioni che ne attestano l'uso per diverse generazioni. Nella parte occidentale del pianoro si conserva un piccolo tumulo della fine del VII secolo, comprende un'unica tomba detta delle Cinque Sedie, il cui nome deriva dalla presenza di cinque seggi con spalliera e poggiapiedi collocati lungo la parete di sinistra del sepolcro: su di essi dovevano trovarsi cinque statuette che avevano la funzione di accogliere i defunti nell'aldilà presenziando con loro ad un banchetto. Interessanti anche le Tombe dei Capitelli, dell'Alcova, la prima è interamente scavata nel tufo e risale al VI secolo a.C. La Tomba dell'Alcova risale al IV secolo a. C.

Le altre necropoli: Il Sorbo, Ripa Sant'Angelo, Monte Abatone

Le aree funerarie del Sorbo, di Ripa Sant'Angelo e di Monte Abatone sono più difficili da visitare a causa dei non agevoli spostamenti sul luogo. Coprono un arco cronologico piuttosto esteso, che si riferisce a gran parte della storia etrusca di Caere. Di particolare suggestione è certamente l'area di Sant'Angelo: il complesso è caratterizzato dalla presenza di ipogei aperti, lungo le pareti rocciose verticali, con facciate realizzate a finte architetture. Sul pianoro di Monte Abatone, l'itinerario può invece concentrarsi sulla visita della Tomba Campana e della Tomba Torlonia, entrambe con una struttura originale non rintracciabile nelle altre aree archeologiche di Cerveteri. La Necropoli del Sorbo comprende una serie di tombe rupestri dove spicca la celebre Tomba Regolini-Galassi ritrovata intatta nel 1836 dall'arciprete Regolini e del Gen. Galassi, che le hanno dato il nome. Al termine dell'anticamera vi fu trovato un letto di bronzo sul quale doveva essere deposto il corpo di un guerriero di nobile famiglia, fra gli altri oggetti oltre ai numerosi gioielli furono trovate coppe di argento molto belle e un vasetto di bucchero con incisa una della più antiche riproduzioni di alfabeto etrusco.

Per informazioni più dettagliate potete rivolgervi direttamente al personale della Necropoli della Banditaccia telefonando al numero Tel. 06 9940001

Torna a Cerveteri

Sei in Home Page > Cerveteri > Itinerari