Bracciano storia: storia del paese di Bracciano

Bracciano Storia

Le origini di Bracciano risalgono al periodo medioevale. Con tutta probabilità era un borgo sorto su una delle tante rocche che i nobili del X secolo costruivano per difendersi dalle invasioni saracene. Il territorio di Bracciano verso la fine del XI secolo passò alla famiglia Di Vico, dopo il 1370 passò al comune di Roma e nel 1419 il Pontefice Martino V lo concesse in feudo agli Orsini i quali apportarono al castello profondi ampliamenti e ricostruzioni facendolo divenire una delle più mirabili opere di architettura militare dell'epoca.

Da questo momento quello che era un modesto borgo di pescatori ed agricoltori si trasformò in una fiorente cittadina. Paolo Giordano II avviò successivamente l'industrializzazione di Bracciano, costruendo un acquedotto che dalle colline di Manziana scendeva a Bracciano per alimentare quattro fucine ed azionare una cartiera e una tipografia. Nel 1695 con la decadenza degli Orsini, il Castello fu venduto all'asta ed acquistato dagli Odescalchi che lo rivendettero ai Torlonia nel 1803. Qualche anno dopo, nel 1861, con il matrimonio del principe Livio III con l'erede polacca Sofia Branicka, il castello ritornò in possesso degli Odescalchi che ne sono tutt'oggi i proprietari. Come abbiamo visto la storia di Bracciano ruota intorno al suo magnifico Castello che per le sue caratteristiche e per l'ottimo stato di conservazione, rappresenta ancora oggi uno dei più importanti castelli d'Italia.

Torna a Bracciano

Sei in Home Page > Bracciano > Storia