Rieti - Antiche Fonti di Cottorella

Le antiche fonti di Cottorella sono situate alle pendici del Monte Belvedere, nei pressi di Rieti. Queste acque erano apprezzate e sfruttate già in epoche molte antiche: i Romani le conoscevano ed il loro imperatore Vespasiano vi si recava spesso a curare i suoi malanni. Con il passare le tempo le antiche fonti di Cottorella non persero il loro prestigio, tanto da essere positivamente citate tra gli altri dal Bramante e dal papa Gregorio IX. Agli inizi del secolo scorso, precisamente nel 1926, il Ministero dell’Interno autorizzò anche l’imbottigliamento delle acque di Cottorella, già da decenni usate dai frati del convento di Sant’Antonio al Monte per rifornire il vicino ospedale romano Fatebenefratelli.

Gli studi hanno infatti confermato le proprietà terapeutiche di queste acque, che appartengono al gruppo delle acque oligominerali bicarbonato-alcalino-terrose: esse contengono poco sodio e sono particolarmente indicate per la cura dei malati di vescica, grazie alla loro grande capacità diuretica. L'acqua di Cottorella è adatta anche per la cura di altre patologie: oltre alle malattie urologiche, è indicata per quelle epatiche, gastroenteriche e dismetaboliche.

Le Terme di Cottorella sono immerse in un grande parco attrezzato; il Complesso Termale mette a disposizione degli ospiti, oltre alle sale mediche, un bar, un ristorante, un parco giochi per i bambini e una pista di pattinaggio, per garantire tranquillità e divertimento a tutti. I dintorni della fonte sono particolarmente adatti a tutti gli manti della natura, che potranno organizzare numerose escursioni a piedi, in mountai bike o cavallo alla scoperta dei Monti Reatini e del Lago di Piediluco.

Torna a Terme nel Lazio

Sei in Home Page > Aree protette del Lazio > Rieti - Antiche Fonti di Cottorella